Fashion for kids and mums THINGS I THINK

Avete rotto le balle con gli unicorni

odio gli unicorni
Written by Lara Rigo

Oggi è lunedì, e già per questo dovrebbe essere lecito lamentarsi. Sorvolando su questo piccolo particolare, direi che a partire dal titolo avrete capito che lo scopo principale di questo mio articolo è inveire un po’ su una moda che sinceramente mi ha letteralmente fracassato le palle: gli unicorni. O voi trentenni e quarantenni che avete avuto l’infanzia costellata dai mini pony con le stelline tatuate sulle chiappe, non ne avete avuto abbastanza di cotanto puccioso arcobalenoso splendore? Vedo unicorni dappertutto: sui pigiami, sulle cover del telefono, sulle agende, sui pantaloni. Pure sulla carta igienica. E se per qualche motivo si potrebbe pensare che sia un filone di merchandising per bambini, ebbene no… i nostri pargoli non c’entrano un amato favo.

Siamo noi, noi gli adulti grandi e vaccinati che ci trastulliamo con tutti sti unicorni con la criniera arcobaleno e gli occhioni stellinati dalla mattina alla sera: siamo noi i fautori di questo becero mercato nero di animali fantastici (e no, non voglio sapere dove trovarli, questi). Siamo noi ad alimentare pubblicità, loghi, prodotti fatti con l’arcobaleno, mioddio con l’arcobaleno! Che non ci bastava il gelato fatto coi puffi, ora ci tocca usare pure l’arcobaleno. Che hanno fatto di male le nuove generazioni per vedere le proprie madri, zie, nonne (sì, pure loro) agghindate con tutti sti cosi col corno in testa?

Non so voi ma io li ho sempre odiati, gli unicorni. Mi stanno sulle balle perchè sono sempre felici, sempre gaiosi nella loro beata inutilità. Sì perchè, che ci fai con un unicorno? Non si capisce se serve per volare, per correre o per andare a una festa di carnevale di trentenni annoiati, insomma: un animale che ci ricorda ogni giorno che sì, bisogna essere felici e arcobalenosi, sennò non sei nessuno. Che belli i tempi di Batman, almeno il pipistrello oltre che ad esistere è pure utile, anche se fa un filino schifo.

Oggi fondo ufficialmente il movimento di liberazione degli unicorni. Liberazione nel senso che se ce li leviamo dalle palle è meglio. Ecco.


Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: